FAQ

 Moduli fotovoltaici

2.1) Che superficie occupano i moduli del generatore fotovoltaico?

L'area è variabile e dipende dalla tecnologia e dal tipo di installazione. I moduli al silicio monocristallino hanno un ottimo rendimento (il 13%- 14% dell'energia solare incidente viene convertita in energia elettrica); i moduli al silicio policristallino hanno un rendimento solo leggermente più basso, mentre quelli al silicio amorfo, pur avendo altri vantaggi (es. sfruttano meglio la radiazione diffusa, possono adattarsi a coperture curve), sono a minore rendimento (circa 7%).
Ne consegue che, a parità di potenza di generatore fotovoltaico, la superficie necessaria è minore per la soluzione a silicio mononocristallino.
L'installazione planare fissa su tetti inclinati, risulta la più compatta; viceversa la tipologia a file separate fisse e inclinate, richiede una superficie maggiore, per evitare che file vicine si ombreggino a vicenda. In pratica, con i moduli oggi disponibili, la superficie necessaria per realizzare un generatore da 1 kWp varia da 7 m2 a 18 m2.


2.2) Come devono essere posizionati i moduli fotovoltaici?

Per raccogliere al meglio l’energia luminosa trasmessa dal sole il posizionamento ottimale è con orientamento verso Sud e con inclinazione del piano di 30°. Tuttavia, posizionamenti con orientamenti a Sud-Est, a Sud-Ovest, a Est o ad Ovest e con inclinazioni tra 0° e 60° consentono comunque ancora di raccogliere una buona radiazione solare (70%-80%).


2.3) Quanti anni durano i moduli fotovoltaici?

I moduli fotovoltaici sono progettati per durare fino a 40 anni (sempre che non avvengano eventi atmosferici eccezionali, come, ad esempio, grandine con chicchi, enormi dal diametro 3-4 cm).
In questo periodo le prestazioni dei moduli degradano progressivamente di 1-2 punti percentuali all’anno per poi stabilizzarsi attorno all’80% del valore iniziale. Ricordiamo che il rendimento.


2.4) I moduli possono venire danneggiati dalla grandine?

I moduli sono previsti per resistere almeno a grandine con chicchi di diametro di oltre 2,5 cm. È comunque indispensabile assicurare l’impianto contro i rischi degli eventi atmosferici di tipo eccezionale.


2.5) I moduli generano campi elettromagnetici?

I moduli lavorano a bassa tensione e non producono campi elettromagnetici, se mai li subiscono come nel caso di fenomeni temporaleschi con scariche elettriche dalle quali occorre proteggere con dispositivi di protezione l'impianto (vedi risposta nella sez. “Impianto fotovoltaico”).


2.6) Esiste un formato e un peso standard per il modulo fotovoltaico?

I pesi e le dimensioni sono variabili in funzione del costruttore. Per dare un valore indicativo si pensi a un formato di circa 90x165x40 cm, peso intorno a 20 kg e potenza tra 180 Wp -250 Wp. Per quanto riguarda in particolare il peso, piuttosto interessanti sono i campi fotovoltaici realizzati in silicio amorfo che pesano molto poco e offrono anche il vantaggio di adattarsi a coperture curve o conformate.